Un defibrillatore a portata di mano

Un defibrillatore a portata di mano

Un defibrillatore a portata di mano

Al via il progetto “Un defibrillatore a portata di mano”

Al via il progetto “Un defibrillatore a portata di mano”

L’obiettivo è metterne a disposizione almeno 15 nei prossimi tre anni nelle aree residenziali e pubbliche

SENIGALLIA – Come noto in Italia la morte cardiaca improvvisa colpisce ogni anno una persona su mille ed è una delle cause principali di morte. L’immediatezza dell’intervento è condizione essenziale per salvare le vittime di arresto cardiaco e affinché ciò avvenga è fondamentale che chiunque si trovi a prestare il primo soccorso, in attesa dell’intervento dei professionisti sanitari, sappia agire immediatamente praticando la rianimazione cardio-polmonare e la defibrillazione elettrica precoce. Questo doppio intervento, se eseguito entro i primi 3-5 minuti dall’arresto cardiaco può far aumentare la probabilità di sopravvivenza del 49-75%. Ovviamente, a tale scopo, altrettanto importante è che la presenza di defibrillatori semiautomatici esterni (Dae) sia quanto più diffusa possibile nelle aree sia residenziali che pubbliche.

Leggi tutto

Log in

Il login a questo sito è riservato solo ai Soci del Rotary, Rotaract e Interact Clubs di Senigallia.