Attività A.S. 2014/2015 - Presidente Ernesto Tassi

Shelter Box Italia nel Rotary

Shelter Box Italia nel Rotary

Martedì 28 ottobre ci siamo incontrati nella nostra sede dell’hotel City con il socio Michele Bellin del R.C. Genova Nord Ovest responsabile per il suo Distretto Rotary quale responsabile per la comunicazione e divulgazione del Progetto “ Shelter Box Italia “ Michele Bellin, introdotto dal nostro socio Vito Maria Carfì che è, a livello Distretto 2090, il referente per la divulgazione di Shelter Box Italia, ha illustrato in sintesi la storia di come è nato il progetto ShelterBox è stata fondata da Tom Henderson, Rotariano ed ex militare della Marina Inglese incaricato di ricerca e soccorso subacqueo.

Tom vide che la risposta alla maggior parte dei disastri aiuto era sotto forma di cibo e medicine per aiutare le persone a sopravvivere al periodo immediatamente successivo. Poca o nessuna assistenza è stata data in termini di un riparo adeguato per aiutarli attraverso i primi giorni, settimane e mesi come hanno cercato di ricostruire le loro vite. ShelterBox è stato lanciato per soddisfare questa necessità.

Nel 1999, Tom iniziato la ricerca l’idea, approvvigionamento attrezzature e lavorando per far decollare il progetto. La sua perseveranza ha pagato nell’aprile del 2000, quando è stata lanciata la ShelterBox e il Rotary Club di Helston-Lizard in Cornovaglia ha adottato ShelterBox come suo progetto del millennio. Non sapevano che sarebbe diventato un progetto globale Rotary Club. La prima spedizione di 143 caselle è stato inviato per le vittime del terremoto nello stato indiano del Gujarat nel gennaio 2001. Nei successivi tre anni il progetto è maturato ed entro la fine del 2004, quasi 2600 scatole era state inviate, dopo 16 grandi catastrofi. Il 26 dicembre 2004, giunse la notizia in del devastante tsunami il giorno di Santo Stefano e ShelterBox iniziò ad affrontare la sua sfida più importante, quella che avrebbe cambiato per sempre il suo corso. Donazioni e volontari arrivati nel 2005 a ShelterBox hanno permesso di inviare quasi 10 volte il numero di Box che erano state inviate nei precedenti tre anni. Nel giro di pochi mesi, ShelterBox era emerso come uno dei principali attori nel settore delle operazioni di soccorso internazionale.

Da allora ShelterBox ha risposto ad alcune delle più grandi crisi umanitarie che mondo moderno abbia mai conosciuto: la crisi in Siria e la più grande tempesta che ha colpito il pianeta: - Typhoon Haiyan nelle Filippine. Aiutiamo migliaia di persone sfollate a causa disastri che non sono presenti nei media. Con questa accalorata introduzione Michele Bellin ha coinvolto positivamente la platea continuando a descrivere l’utilizzo delle Shelter Box in tutto il mondo nelle varie emergenze ed ha spiegato in poche parole in cosa consiste il coinvolgimento dei club nel progetto ShelterBox che, in pratica, fornisce gli elementi essenziali alla popolazione per sopravvivere a seguito di un disastro.

Quando inviamo le scatole, ciascuna è ritagliata in base al tipo di disastro e area geografica, ma in genere contiene una tenda in caso di catastrofe per una famiglia allargata, coperte e isolanti termico, materiali per stoccaggio ed attrezzature per la depurazione, lampade solari, utensili da cucina, un kit di strumenti di base, zanzariere e un attività di confezione per bambini. Per ogni donazione di 750 Euro ShelterBox è in grado di inviare una Box. Questo copre il costo dei contenuti, di stoccaggio e di consegna ai destinatari finali. Può essere sei giorni, sei settimane o anche sei mesi prima scatole sono spediti, ma a differenza di altre agenzie, ShelterBox promette la tua donazione contribuirà a una famiglia che ha perso tutto e si sarà in grado di vedere a chi la donazione è stata destinata. Fino ad ora ShelterBox ha effettuato oltre 230 interventi in 90 paesi nel mondo. In Italia, con il terremoto a l’Aquila, ShelterBox è intervenuta con 400 tende ad Assergi.

La serata si è quindi conclusa con un ringraziamento da parte del presidente Ernesto Tassi che ha ringraziato l’amico Michele per la entusiastica descrizione e gli ha manifestato un serio interesse del club al Progetto ed ha ipotizzato la possibilità di partecipazione del club al progetto.

Prossimi appuntamenti

21Set
Consiglio Direttivo con il Governatore
Gio Set 21 @17:30 Hotel City - Sede Ufficiale Rotary Club Senigallia
28Set
Incontro di presentazione del progetto “Un defibrillatore a portata di mano”
Gio Set 28 @20:00 Hotel City - Sede Ufficiale Rotary Club Senigallia

Log in

Il login a questo sito è riservato solo ai Soci del Rotary, Rotaract e Interact Clubs di Senigallia.